Pof 2011-2012

Regolamento di attuazione e criteri generali
per la progettazione dei viaggi d'istruzione,
delle uscite didattiche e delle visite guidate

Premessa

Il Liceo Classico «Franchetti» considera i viaggi di istruzione, le visite guidate a musei, mostre, manifestazioni culturali, di interesse didattico o professionale, le lezioni con esperti e le visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, i soggiorni presso laboratori ambientali e scientifici, la partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi e scambi con scuole estere parte integrante e qualificante dell'offerta formativa. Tali iniziative verranno realizzate con la collaborazione dei/delle docenti disponibili a concretizzare la progettazione proposta dal Consiglio di classe.

Informazioni generali

1) I viaggi e le visite di istruzione devono essere promossi dai docenti nell'ambito della programmazione didattica della classe; essere adeguati al livello di preparazione della classe; essere coerenti con le finalità educative espresse dal Piano dell'Offerta Formativa dell'Istituto.

2) Per i viaggi di istruzione all'estero, rivolti alle classi finali, e per quelli di più giorni, considerando la complessità organizzativa e la necessità di contenere i costi, si ritiene necessario che i Dipartimenti di materia e i Consigli di classe concordino mete comuni, sempre coerenti con la programmazione didattica ed educativa. Un'apposita Commissione, individuata all'inizio di ogni anno scolastico dal Collegio dei Docenti, ricevute dai vari Dipartimenti le proposte di viaggi nell'ambito della programmazione didattica, provvederà a stilare il relativo piano annuale individuando anche una spesa indicativa, nel rispetto del tetto massimo stabilito al punto 6.

3) Ciascuna classe può svolgere nel corso dell'anno scolastico un viaggio di istruzione e più visite guidate. Di seguito sono fissate per le varie classi la durata massima degli eventuali viaggi di istruzione e le mete indicative.

CLASSE DURATA META
quarte ginnasio due giorni, un pernottamento mete di carattere storico-artistico
quinte ginnasio cinque giorni, quattro pernottamenti mete di carattere storico-artistico
prime liceo quattro giorni, tre pernottamenti mete di carattere storico-naturalistico
seconde liceo cinque giorni, quattro pernottamenti Viaggio della Memoria
terze liceo cinque giorni, quattro pernottamenti visita ad altra nazione europea

È inoltre opportuno che per questi viaggi il ritorno venga fissato di sabato o in un eventuale altro giorno prefestivo.

4) I viaggi e le visite di istruzione non potranno effettuarsi nell'ultimo mese di lezioni, salvo quelli legati alla partecipazione a gare sportive o ad iniziative di educazione ambientale.

Viaggi di istruzione

5) Fatto salvo quanto stabilito al successivo punto 16), dovrà partecipare ai viaggi di durata superiore ad un giorno almeno l'80% dei componenti la classe, con possibilità di arrotondamento qualora il numero dei partecipanti risultasse inferiore per decimi al numero richiesto.

6) Per consentire una maggiore partecipazione viene definita annualmente dal Consiglio di Istituto la spesa massima sostenibile, comprensiva di eventuali spostamenti, mezza pensione, ingressi e guide. Il Consiglio di Istituto potrà concedere deroga al tetto di spesa fissato per viaggi di particolare rilevanza culturale, che abbiano l'adesione del 100% della classe.

La Giunta Esecutiva, su delega del Consiglio di Istituto nell'ambito della cifra stanziata dal Consiglio stesso per il diritto allo studio, potrà erogare sussidi agli/alle alunni/e che ne facciano domanda sull'apposito modello disponibile in segreteria.

7) Il numero dei giorni da destinarsi ai viaggi e alle visite di istruzione, di regola non superiore complessivamente a sei per classe nel corso dell'anno scolastico, dovrà essere coerente con i contenuti del progetto di viaggio e compatibile con il piano delle attività.

8) In base alle normative vigenti è previsto un accompagnatore ogni 15 studenti, ad eccezione di un unico gruppo di 15 studenti che necessita di due accompagnatori; una deroga sul numero degli accompagnatori potrà essere valutata dal Dirigente Scolastico nel caso di studenti maggiorenni o in base alla tipologia della meta. Ogni classe sarà quindi accompagnata da almeno uno dei suoi docenti, come risulterà dal verbale del Consiglio di Classe in sede di delibera del Progetto didattico aperto alle tre componenti. Nel caso vi sia la presenza di studenti diversamente abili, la quantità e la tipologia di accompagnatori necessari sarà valutata nel rispetto della legislazione vigente. Gli accompagnatori saranno responsabili della raccolta della documentazione, secondo la modulistica predisposta, e garantiranno la coerenza fra l'attuazione del viaggio e l'attività didattica. I docenti accompagnatori sottoscriveranno una dichiarazione circa l'impegno di partecipare al viaggio di istruzione con l'assunzione dell'obbligo della vigilanza. Quindi dovranno viaggiare con gli/le studenti e pernottare nello stesso albergo. Come ulteriore garanzia l'apposita Commissione accerterà per ogni viaggio la disponibilità di un docente in più rispetto a quelli richiesti con funzione di supplente. Di norma, nel corso dell'anno scolastico un docente può partecipare a viaggi ed uscite guidate per un massimo di 7 giorni lavorativi.

9) Dai viaggi di istruzione saranno tassativamente da escludersi persone estranee all'Istituto.

10) Per garantire un'idonea organizzazione si stabiliscono quindi le seguenti procedure:

  • le proposte di viaggio dovranno inserirsi nella programmazione didattica della classe
  • le proposte, formulate dal Consiglio di Classe nelle sedute di programmazione annuale d'inizio anno, saranno raccolte e coordinate dalla Commissione viaggi che, sulla base delle esperienze passate e dei cataloghi disponibili, indicherà l'ordine di spesa presumibile. Le proposte saranno, formalmente approvate dal Consiglio di Classe nella seduta aperta alle tre componenti dedicata all'esame delle proposte educative e didattiche facenti parte del documento del Consiglio di Classe
  • il responsabile del viaggio scelto fra i docenti accompagnatori della classe, sulla base delle indicazioni fornite dalla Commissione, curerà la raccolta delle autorizzazioni delle famiglie nelle quali dovrà comparire l'indicazione della meta, del periodo in cui si svolgerà il viaggio, la spesa massima presumibile, le assunzioni di responsabilità degli accompagnatori, la fotocopia del verbale di approvazione del Consiglio di Classe unitamente alla relazione sugli obiettivi culturali e al programma analitico da proporre all'agenzia. L'accompagnatore depositerà tale documentazione, insieme all'attestazione dei versamenti delle caparre confimatorie pari al 30% del costo complessivo stimato, in Segreteria didattica entro 10 giorni dalla conclusione del Consiglio di Classe per le successive approvazioni. Se il costo effettivo del viaggio di istruzione supererà di più del 10% la cifra indicata nell'autorizzazione inviata ai genitori, il docente responsabile invierà una nuova richiesta di autorizzazione alle famiglie
  • l'organizzazione dei viaggi o delle visite è affidata all'Istituto, che provvederà a stipulare i contratti con le agenzie di viaggio o di trasporto individuate dal dirigente scolastico. Nella individuazione delle stesse si terrà conto non esclusivamente dei fattori economici, ma della qualità delle offerte e della loro validità sul piano didattico. È ammesso da parte dei docenti, degli studenti e dei genitori segnalare eventuali nominativi di agenzie o ditte oltre a quelli ordinariamente consultati dalla scuola.
  • il Dirigente scolastico, sulla base della deliberazione adottata dal Consiglio di Istituto e dal Collegio dei Docenti, concederà l'autorizzazione formale al viaggio
  • ottenuta l'autorizzazione, il docente accompagnatore curerà di far pervenire in segreteria l'attestazione del versamento del saldo della spesa, entro 30 giorni dalla partenza
  • al rientro dal viaggio i docenti accompagnatori garantiranno la ricaduta didattica, concordando con il Consiglio di Classe gli strumenti più idonei alla comunicazione scolastica. Sarà inoltre cura degli accompagnatori presentare alla Dirigenza le apposite schede di valutazione didattica del viaggio e di valutazione dei servizi fruiti.

11) Secondo le disposizioni ministeriali, i viaggi dovranno evitare periodi di maggior movimento turistico; i periodi in cui sono previste dal piano interno delle attività particolari attività scolastiche; l'ultimo mese di lezioni (fatte salve in questo caso deroghe per la partecipazione ad iniziative non altrimenti usufruibili).

12) Ai docenti accompagnatori spetta il trattamento previsto delle disposizioni vigenti.

13) Gli studenti che non partecipano al viaggio della loro classe, sono tenuti a frequentare le lezioni aggregati a classi parallele o riuniti in una classe unica.

14) Il Consiglio di classe valuta la partecipazione o meno ai viaggi di istruzione degli/delle studenti che hanno avuto sanzioni disciplinari. Il numero degli eventuali non ammessi/e sarà sottratto al totale utilizzato per il computo della percentuale di cui all'art. 6 del presente regolamento.

I partecipanti al viaggio dovranno:

  • portare con sé un valido documento di identità (obbligatorio per legge a partire dal quindicesimo anno di età). Assicurarsi, se del caso, che sia valido per l'espatrio
  • portare con sé l'apposita tessera sanitaria internazionale
  • portare sempre con sé copia del programma e recapito dell'albergo
  • non allontanarsi per nessun motivo dal gruppo senza esplicita autorizzazione degli accompagnatori (anche i maggiorenni!) ed essere puntuali agli appuntamenti di inizio giornata ed a quelli eventuali successivi
  • rispettare le persone, le cose e le abitudini dell'ambiente in cui ci si trova, perché indice di civiltà e premessa per un positivo rapporto con gli altri
  • dopo il rientro in albergo, evitare di spostarsi dalla camera assegnata e di turbare in qualunque modo il diritto alla quiete degli altri ospiti
  • rispettare gli orari del proprio e dell'altrui riposo, evitare di porsi in situazione di stanchezza per il giorno dopo, per non perdere la possibilità di fruire al massimo delle opportunità culturali ed umane offerte dal viaggio
  • mantenere nei confronti dei vari prestatori di servizi (personale degli alberghi, autisti, guide) un comportamento corretto e rispettoso dell'altrui lavoro, evitando comportamenti chiassosi o esibizionistici
  • tenere presente che eventuali danni arrecati a persone o cose saranno addebitate al responsabile, se individuato, o all'intero gruppo in caso diverso. Non sottovalutare neanche il danno di immagine che incidenti di questo tipo arrecano alla Scuola e agli studenti che ne fanno parte.

È inoltre severamente vietato introdurre nelle stanze bevande alcoliche ed oggetti nocivi o pericolosi a qualunque titolo. Per ragioni di sicurezza è vietato fumare in camera.

In caso di gravi inosservanze delle regole gli accompagnatori valuteranno il diritto dello studente alla prosecuzione del viaggio di istruzione e, dopo tempestiva comunicazione alla famiglia, ne verrà immediatamente predisposto il rientro, le cui spese saranno a totale carico degli studenti inosservanti e, in caso di alunno minorenne, la famiglia si assumerà totalmente l'onere organizzativo del rientro stesso.

Le presenti regole sono intese a consentire che il viaggio si svolga nel modo più sereno e gratificante possibile: collaborare quindi spontaneamente alla loro osservanza, evitando ai Docenti accompagnatori di dover far valere la loro autorità per ottenere ciò che dovrebbe essere naturale attendersi da giovani di un Istituto scolastico superiore.

15) Per quanto attiene all'organizzazione pratica del viaggio si rimanda alla normativa vigente.

16) La delibera del Consiglio di Istituto dovrà fare esplicito riferimento ai seguenti atti, che devono essere raccolti e depositati in segreteria a cura della Commissione Viaggi ove costituita o, in sua mancanza, del responsabile del viaggio prima della seduta di approvazione:

  • parere espresso dal Consiglio di Classe
  • l'elenco nominativo degli alunni partecipanti, distinti per classe di appartenenza
  • le dichiarazioni di consenso della famiglia per gli alunni minorenni
  • l'elenco nominativo degli accompagnatori e le dichiarazioni sottoscritte dell'obbligo della vigilanza
  • il preventivo della spesa e delle disponibilità finanziarie di copertura, con l'indicazione della quota a carico degli alunni
  • il programma analitico del viaggio
  • la dettagliata relazione illustrativa degli obiettivi culturali e didattici dell'iniziativa
  • la precisazione per i viaggi all'estero che tutti i partecipanti sono in possesso di documento valido per l'espatrio
  • le documentazioni richieste dalle vigenti norme circa l'agenzia e i mezzi di trasporto.

17) I docenti accompagnatori, almeno una settimana prima della partenza, consegneranno agli/alle studenti perché lo trasmettano alle famiglie, un foglio indicante:

  1. il programma dettagliato del viaggio
  2. l'ora di partenza e il punto di ritrovo
  3. l'ubicazione e il numero di telefono dell'albergo
  4. l'ora prevista per il rientro
  5. le regole di comportamento che gli/le studenti devono seguire e gli eventuali provvedimenti disciplinari.

18) La caparra confirmatoria non è rimborsabile in caso di rinuncia, in quanto serve a compensare i maggiori oneri dovuti alla variazione del numero dei partecipanti. Nel tal caso varranno le condizioni stabilite nei contratti stipulati con le agenzie di viaggio, di conseguenza da parte dei rinunciatari ci potrà essere la necessità di pagare un'ulteriore penale rispetto a quanto già versato a titolo di caparra. Per le rinunce dopo il versamento dell'intera quota e dopo la stipula del contratto con l'agenzia, valgono sempre i vincoli e le modalità stabilite dal contratto. Eventuali rimborsi saranno messi in pagamento entro il mese di luglio.

19) Il viaggio non potrà essere effettuato, se in corso di approvazione le rinunce dovessero portare al di sotto dell'80% il numero dei partecipanti.

20) Eventuali inconvenienti che dovessero verificarsi nel corso di un viaggio di istruzione dovranno essere comunicati in forma scritta alla Dirigenza entro 24 ore per consentire eventuali reclami all'agenzia entro i termini previsti dal Codice Civile. Gli inconvenienti di carattere didattico saranno esaminati dalla Commissione viaggi, mentre quelli di tipo organizzativo saranno esaminati dal DSGA per l'eventuale provvedimento di esclusione dalle gare di appalto delle agenzie rivelatesi inadempienti, che sarà disposto dalla Dirigenza. Si raccomanda pertanto scrupolo ed equilibrio nelle relazioni, oltre alla piena trasparenza nei relativi atti amministrativi, di cui potranno prendere visione in ogni momento gli/le studenti e le famiglie.

Viaggi e visite di istruzione di un solo giorno

21) I viaggi o visite di una sola giornata saranno autorizzati esclusivamente dal Dirigente scolastico, dopo aver acquisito dal docente responsabile:

  • la motivazione didattica del Consiglio di Classe
  • le autorizzazioni delle famiglie
  • la dichiarazione di assunzione di responsabilità dei docenti accompagnatori
  • le informazioni sul costo dell'iniziativa e sulle fonti di copertura.

Tali viaggi vanno fatti utilizzando i mezzi del trasporto pubblico, oppure i mezzi di ditte private individuate dal Consiglio di Istituto dopo regolare gara di appalto.

Entro 10 giorni dall'autorizzazione, pena l'immediata revoca, il/la docente responsabile dovrà recapitare in segreteria l'attestazione del versamento in CC/P delle quote di partecipazione.

Approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 10 luglio 2007