Orientamento
a. s. 2012-2013

Orientamento

Quadri orari e discipline

Attualmente sono presenti nel liceo classi che seguono il Nuovo Ordinamento e classi che seguono ancora il Vecchio Ordinamento.

Denominazioni Classi Liceo Classico
dall'a. s. 2012-2013
1° anno IV Ginnasio - nuovo ordinamento
2° anno V Ginnasio - nuovo ordinamento
3° anno I Liceo - nuovo ordinamento
4° anno II Liceo - vecchio ordinamento
5° anno III Liceo - vecchio ordinamento

Il quadro orario del Nuovo Ordinamento ha introdotto i seguenti elementi:

  1. L'insegnamento della lingua Inglese dal primo al quinto anno
  2. L'insegnamento della Storia dell'Arte nel secondo biennio e nel quinto anno per due ore settimanali
  3. Il potenziamento dell'asse matematico-scientifico
  4. L'insegnamento unitario della Storia e della Geografia nel primo biennio

Oltre a ciò, la proposta formativa del Liceo «R. Franchetti» permette di aggiungere, a scelta, una delle seguenti opzioni:

  1. Il potenziamento dell'asse matematico-scientifico con l'aggiunta di un'ora settimanale di matematica e un'ora settimanale di scienze per tutti e cinque gli anni di corso
  2. Il potenziamento linguistico 2 ore settimanali (seconda lingua comunitaria: francese, spagnolo, tedesco). L'insegnamento consoliderà conoscenze e competenze relative al livello B1 (biennio ginnasiale) e B2 (triennio liceale) del quadro di riferimento europeo con possibilità di accedere agli esami di certificazione. Nel caso del francese agli alunni verrà proposto l'accesso agli esami DELF e DALF presso le sedi dell'Alliance Française.
  3. Insegnamento di strumento musicale/corso di canto, corso pomeridiano attuato con orario aggiuntivo pomeridiano. La scelta dell'insegnamento di strumento musicale deve essere rinnovata all'inizio di ogni anno scolastico.

QUADRO ORARIO (Nuovo Ordinamento)

 In vigore, nel corrente anno scolastico, solo per il primo, secondo e terzo anno di corso.

1) LICEO CLASSICO – CORSO TRADIZIONALE

  1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
IV Ginnasio V Ginnasio I Liceo II Liceo III Liceo
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua e letteratura latina 5 5 4 4 4
Lingua e letteratura greca 4 4 3 3 3
Lingua e letteratura straniera 3 3 3 3 3
Storia e geografia 3 3
Storia 3 3 3
Filosofia 3 3 3
Matematica 3 3 2 2 2
Fisica 2 2 2
Scienze naturali 2 2 2 2 2
Storia dell'arte 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o Attività alternative 1 1 1 1 1
Totale ore 27 27 31 31 31
Strumento musicale 1 1 1 1 1

2) LICEO CLASSICO – POTENZIAMENTO LINGUISTICO

  1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
IV Ginnasio V Ginnasio I Liceo II Liceo III Liceo
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua e letteratura latina 5 5 4 4 4
Lingua e letteratura greca 4 4 3 3 3
Lingua e letteratura straniera 3 3 3 3 3
Seconda lingua straniera 2 2 2 2 2
Storia e geografia 3 3
Storia 3 3 3
Filosofia 3 3 3
Matematica 3 3 2 2 2
Fisica 2 2 2
Scienze naturali 2 2 2 2 2
Storia dell'arte 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o Attività alternative 1 1 1 1 1
Totale ore 29 29 33 33 33
Strumento musicale 1 1 1 1 1

3) LICEO CLASSICO – POTENZIAMENTO SCIENTIFICO

  1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
IV Ginnasio V Ginnasio I Liceo II Liceo III Liceo
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua e letteratura latina 5 5 4 4 4
Lingua e letteratura greca 4 4 3 3 3
Lingua e letteratura straniera 3 3 3 3 3
Storia e geografia 3 3
Storia 3 3 3
Filosofia 3 3 3
Matematica* 4 4 3 3 3
Fisica 2 2 2
Scienze naturali* 3 3 3 3 3
Storia dell'arte 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o Attività alternative 1 1 1 1 1
Totale ore 29 29 33 33 33
Strumento musicale 1 1 1 1 1

* Il potenziamento dell'area scientifica ha un duplice significato. Da un lato si intendono offrire agli studenti maggiori spunti di riflessione per completare quello sguardo sul mondo, criticamente e culturalmente fondato, che dovrebbe essere il risultato finale del percorso liceale: percorso che, allo stato attuale, non può prescindere dalla conoscenza scientifica.

Allo stesso tempo si punta a fornire ulteriori opportunità a quanti scelgono un Liceo Classico con la prospettiva, in parte già definita, di continuare gli studi universitari nel settore scientifico, in buona misura rappresentato da facoltà a numero programmato alle quali si accede dopo aver superato un esame di ammissione.

Da un lato l'aumento previsto delle ore di insegnamento per le Scienze Naturali durante tutto il quinquennio di studi (da 2 a 3), oltre a completare l'ampio bagaglio delle conoscenze per affrontare tutti gli indirizzi universitari, offrirà quindi anche quei contenuti e quell'addestramento utili a familiarizzare con le prove di ammissione alla facoltà scientifiche a numero chiuso.

Dall'altro l'insegnamento di Matematica, potenziato con 4 ore settimanali al biennio (invece di 3) e 3 al triennio (invece di 2) porrà gli studenti nelle condizioni di utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative. Utilizzando le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici, gli alunni si prepareranno ad affrontare situazioni problematiche, elaborando opportune soluzioni.

Tale ampliamento consentirà al docente di rendere più efficace la propria azione didattica ed educativa anche attraverso l'uso sistematico del laboratorio informatico, arricchendo le conoscenze del biennio con problemi di statistica, introduzione alla logica matematica, trasformazioni geometriche; e quelle del triennio con l'introduzione delle tematiche tipiche dell'analisi matematica, del calcolo integrale e differenziale; con l'introduzione alla probabilità, al calcolo matriciale, ai numeri complessi.

PROFILO FORMATIVO FINALE DEL CORSO (d.P.R. 15 marzo 2010)

«Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della cultura umanistica. Favorisce una formazione letteraria, storica e filosofica idonea a comprenderne il ruolo nello sviluppo della civiltà e della tradizione occidentali e nel mondo contemporaneo sotto un profilo simbolico, antropologico e di confronto di valori. Favorisce l'acquisizione dei metodi propri degli studi classici e umanistici, all'interno di un quadro culturale che, riservando attenzione anche alle scienze matematiche, fisiche e naturali, consente di cogliere le intersezioni fra i saperi e di elaborare una visione critica della realtà. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze a ciò necessarie.» (Art. 5 comma 1).

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

  1. aver raggiunto una conoscenza approfondita delle linee di sviluppo della nostra civiltà nei suoi diversi aspetti (linguistico, letterario, artistico, storico, istituzionale, filosofico, scientifico), anche attraverso lo studio diretto di opere, documenti ed autori significativi, ed essere in grado di riconoscere il valore della tradizione come possibilità di comprensione critica del presente;
  2. avere acquisito la conoscenza delle lingue classiche necessaria per la comprensione dei testi greci e latini, attraverso lo studio organico delle loro strutture linguistiche (morfosintattiche, lessicali, semantiche) e degli strumenti necessari alla loro analisi stilistica e retorica, anche al fine di raggiungere una più piena padronanza della lingua italiana in relazione al suo sviluppo storico;
  3. aver maturato, tanto nella pratica della traduzione quanto nello studio della filosofia e delle discipline scientifiche, una buona capacità di argomentare, di interpretare testi complessi e di risolvere diverse tipologie di problemi anche distanti dalle discipline specificamente studiate;
  4. saper riflettere criticamente sulle forme del sapere e sulle reciproche relazioni e saper collocare il pensiero scientifico anche all'interno di una dimensione umanistica.

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

Il DPR n. 235 del 21 novembre 2007 all'art. 5 bis introduce, nel contesto di una ridiscussione dello Statuto degli Studenti e delle Studentesse e della definizione dei «diritti e doveri nel rapporto fra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie», la novità del "Patto educativo di corresponsabilità". I destinatari naturali del patto educativo sono i genitori, ai quali la legge attribuisce in primis il dovere di educare i figli (art. 30 Cost., artt. 147, 155, 317 bis c.c.)

L'obiettivo del patto aducativo è quello di impegnare le famiglie, fin dal momento dell'iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell'azione educativa.

La scuola dell'autonomia può svolgere efficacemente la sua funzione educativa soltanto se è in grado di instaurare una sinergia virtuosa, oltre che con il territorio, tra i soggetti che compongono la comunità scolastica: il dirigente scolastico, il personale della scuola, i docenti, gli studenti ed i genitori. L'introduzione del patto di corresponsabilità è orientata a porre in evidenza il ruolo strategico che può essere svolto dalle famiglie nell'ambito di un'alleanza educativa che coinvolga la scuola, gli studenti ed i loro genitori ciascuno secondo i rispettivi ruoli e responsabilità.

Il "patto" vuole essere dunque uno strumento innovativo attraverso il quale declinare i reciproci rapporti, i diritti e i doveri che intercorrono tra l'istituzione scolastica e le famiglie.

Il liceo «Franchetti» ha adottato il seguente modello che i genitori e gli studenti firmano all'inizio del percorso scolastico.

Patto Educativo di Corresponsabilità

La proposta formativa delle singole materie, intesa come l'insieme dei piani di lavoro predisposti per la classe, gli eventuali percorsi individualizzati, i vari piani delle attività integrative e di recupero e quant'altro presentato alle varie componenti del Consiglio di Classe, vanno a far parte del cosiddetto Patto Educativo di Corresponsabilità, cioè gli impegni reciproci dell'Istituzione scolastica, degli allievi e delle allieve, e dei loro genitori, che si assumono, fin dal momento dell'iscrizione, per condividere i nuclei fondanti dell'azione educativa.

Inoltre per gli/le allievi/e rappresenta una dichiarazione di adesione al percorso metodologico-didattico della scuola; mentre per i genitori rappresenta una presa d'atto dei diritti e dei doveri che intercorrono tra le famiglie e l'istituzione scolastica, secondo i rispettivi ruoli e responsabilità, ai quali aderire o eventualmente appellarsi durante l'anno scolastico.

I/le Docenti del Liceo Ginnasio Statale «R. Franchetti» si impegnano a:

  • realizzare quanto programmato sia nel piano di lavoro individuale che nella programmazione di classe, contemplando eventuali modifiche a titolo di miglioramento dell'attività didattica
  • contribuire a creare all'interno della classe un clima di serenità e collaborazione nel rispetto dei ruoli e delle funzioni che ciascuno/a esercita
  • valorizzare le potenzialità degli/delle studenti/esse in relazione alle propensioni e alle attitudini evidenziate da ciascuno/a
  • dialogare con gli/le alunni/e
  • non ledere mai la dignità altrui
  • considerare il rapporto educativo un confronto in cui ciascuno/a si mette in discussione
  • rendere consapevoli gli/le allievi/e degli obiettivi educativi e didattici, delle modalità delle verifiche e dei criteri di valutazione
  • programmare per tempo le verifiche scritte, le quali devono essere affrontate dagli/dalle studenti/esse dopo un'adeguata preparazione, attraverso opportune spiegazioni ed esercitazioni in classe.

Gli/le studenti del Liceo Classico Statale «R. Franchetti» si impegnano a:

  • frequentare assiduamente le attività scolastiche fino al termine delle lezioni sancito dal calendario scolastico
  • limitare le assenze personali a casi di effettiva necessità ed evitare le astensioni collettive, al fine di non provocare ritardi nella prosecuzione delle attività
  • considerare le prove di verifica (scritte e orali) come momenti in cui ciascuno fa il punto dei risultati conseguiti, al fine di un miglioramento del proprio metodo di studio, nella consapevolezza che eventuali errori costituiscono occasione per comprendere ed eliminare le cause che li hanno determinati
  • discutere con i/le docenti e i/le compagni/e i problemi che insorgono nella vita di classe attraverso un confronto sereno e senza pregiudizi, onde migliorare la qualità del rapporto educativo
  • tenere un comportamento rispettoso nei confronti di tutte le componenti che operano nella scuola
  • collaborare con i/le docenti, considerandoli/e come persone che curano la loro formazione e ai/alle quali rivolgersi per ogni evenienza
  • rendersi disponibili ad aiutare i/le compagni/e che incontrano difficoltà, specie nella fase preparatoria alle verifiche di classe e nei compiti a casa, nonché rispettarne i ritmi di lavoro
  • rispettare il Regolamento d'Istituto.

Nel contempo le famiglie degli/delle studenti del Liceo Classico «R. Franchetti» si impegnano a:

  • collaborare con le altre componenti scolastiche al fine del rispetto di quanto previsto dal presente contratto
  • vigilare sulla frequenza, sull'assiduità, sulla qualità della partecipazione alle lezioni dei/delle propri/e figli/e, evitando, nei limiti del possibile, le richieste di ingresso ritardato ed uscita anticipata
  • contribuire ad instaurare un clima di serenità e di collaborazione propositiva e costruttiva.