Chi siamo

L'intitolazione

Fin dal 1935 si era posto il problema dell'intitolazione della scuola. Si cercò un nome che avesse «non solo un significato di nobiltà», ma che potesse soddisfare «anche i desideri della popolazione di Mestre» (così dal verbale della seduta del 21 dicembre 1935).

Nel febbraio 1936 fu prescelto all'unanimità il nome di Raimondo Franchetti, l'esploratore della Dancalia morto in un incidente aereo in Africa nell'agosto dello stesso 1935, con la seguente motivazione: «Raimondo Franchetti, benché fiorentino di nascita, è universalmente considerato veneziano, poiché in Venezia e nella vicina villa di S. Trovaso in quel di Treviso, visse a lungo e vi strinse i più cari legami di famiglia. La sua memoria è qui vivissima e venerata. Esploratore nato, abbandonò giovanissimo gli agi della sua casa nobile e illustre e si avventurò solo in viaggi lontani e difficili, tra genti e regioni poco note e affatto ignorate, tutto teso a penetrare i segreti della natura, a conoscere gli usi e costumi dei popoli più remoti. Più tardi la ricca esperienza acquistata pose tutta al servizio della Patria, profondendo l'avito patrimonio nell'esplorazione e nello studio delle nostre colonie dell'Africa Orientale e dei paesi contermini, seguendo la scia luminosa degli esploratori e dei martiri italiani che lo precedettero in quelle aspre vie e tra i primi agitò i problemi della nostra espansione in quelle regioni».

Il barone
Raimondo Franchetti

Le ragioni della scelta sono abbastanza evidenti: era in corso in quei mesi la guerra d'Etiopia, e il nome del barone Franchetti, anche in considerazione della sua recente scomparsa, era ben coerente con l'impegno patriottico a cui tutta la scuola italiana veniva chiamata in quei mesi di mobilitazione. Caduto poi il nome in disuso in periodo bellico, e avendo l'ex ginnasio inferiore assunto il nome di Scuola Media «Giulio Cesare», nel 1955 il Consiglio dei Professori propose di adottare per il Liceo-Ginnasio il nuovo nome di «Ugo Foscolo», ma l'iniziativa non fu mai ufficializzata, e l'intestazione a Raimondo Franchetti è rimasta da allora confermata.